to top

Nuove frontiere della biologia che preferiremmo non varcare

La vicenda ha avuto una discreta risonanza negli ultimi giorni ed è stata anche ripresa dal prestigioso British Medical Journal che raramente dedica pagine al mondo della ricerca italiana. In questo caso non c’è di che sentirsi orgogliosi della notorietà internazionale. In breve, il presidente dell’ordine dei biologi ha organizzato un convegno intitolato “Nuove frontiere della biologia”, che si terrà a Roma all’inizio di marzo per celebrare i cinquant’anni dell’organizzazione, nel quale si dà ampio spazio a relatori italiani e stranieri considerati tra gli esponenti principali delle posizioni no-vax nella comunità scientifica. Mi rendo conto che le parole “posizioni no-vax nella comunità scientifica” siano una contraddizione in termini, ma, purtroppo, il fenomeno esiste e non c’è altro modo di descriverlo. Fortunatamente, molte voci si...

Continue reading